La riserva Naturale Acquerino-Cantagallo

1/4

Scappare dal caldo delle città ormai diventate isole di calore, obiettivo di molti di noi e a secondo dei gusti c'è chi preferisce andare al mare a tuffarsi nell'acqua in spiagge troppo spesso affollate oppure chi vuole scappare oltre che dal caldo anche dalla folla e quindi predilige destinazioni più fresche e silenziose. La Riserva Naturale Acquerino-Cantagallo è proprio un posto ideale dove trovare pace e fresco senza andare troppo lontano da Firenze. E farlo in compagnia è un modo per conoscere persone e condividere il piacere del camminare.

La Riserva Acquerino-Cantagallo è un'area protetta di 1.867 ha, istituita dalla Regione Toscana nel 1998 e si trova nel cuore dell'Appennino. Dal punto di vista naturalistico è la zona più pregevole di tutta la Valbisenzio, sia per i caratteri propri del territorio, ancora in buona parte incontaminato e selvaggio, che per la presenza di una vasta foresta demaniale. La Riserva è dominata dalla mole possente del Monte Bucciana (m. 1224) e solcata da numerosi torrenti il cui complesso forma le cosiddette “Sorgenti del Bisenzio”. L’area della Riserva è coperta da fitti boschi di castagno e faggio ai quali si intercalano boschi di conifere frutto di una serie di opere di rimboschimento eseguite a metà del secolo scorso.

Il territorio della Riserva presenta una grande varietà di fauna, che vede la popolazione di cervo come tra le più numerose in Toscana dopo il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Il lupo ed il gatto selvatico  sono tra i predatori maggiori della riserva, con la ricomparsa di quest'ultimo dopo anni di assenza.

Le escursioni ci porteranno a conoscere il cuore della Riserva attraverso sentieri immersi in bellissimi boschi freschi, tra alberi secolari che insieme ad antiche cascine, cannicciaie e ricoveri per il bestiame testimoniano la cultura silvo-pastorali del passato.

Per poter sfruttare al massimo ciò che la Riserva offre ai suoi "ospiti" camminatori e camminatrici, ci sarà la possibilità di alloggiare presso il Rifugio Le Cave, gestito da Legambiente Prato e ricavato all'interno di un vecchia cascina abbandonata.

 

 

QUANDO

Sabato 16 e Domenica 17 luglio 2022

RITROVO 

ore 08:30 Prato. Maggiori informazioni sul luogo di ritrovo verranno fornite al momento della prenotazione. Per chi avesse bisogno di un passaggio da Firenze è pregato di informare la guida al momento della prenotazione. E' comunque necessario raggiungere il luogo di ritrovo autonomamente.

LUNGHEZZA, DURATA & DIFFICOLTà 

ESCURSIONE Di SABATO 16 luglio

Una volta raggiunto il Rifugio a piedi e dopo aver lasciato tutto il necessario per il soggiorno, inizieremo la nostra prima giornata con un percorso ad anello che ci porterà alle pendici del monte bucciana, nel cuore della Riserva.

11  km e dislivello di ca.500 mt.

5 ore ca., soste incluse
Difficoltà: E (Escursionistica). Il percorso non presenta particolari difficoltà ma la lunghezza ed il dislivello richiedono un allenamento alla camminata. Non adatto a bambini.

Per valutare la propria preparazione fisica ed il livello di difficoltà si rimanda alla sezione Livelli di difficoltà

 

ESCURSIONE DI DOMENICA 17 LUGLIO

Dopo una buona colazione e con il pranzo al sacco inizieremo la nostra escursione, anch'essa ad anello, che ci porterà a incontrare il faggio più grande d'europa, vero e proprio patriarca della riserva.

13  km e dislivello di ca.400 mt.

6 ore ca., soste incluse
Difficoltà: E (Escursionistica). Il percorso non presenta particolari difficoltà ma la lunghezza ed il dislivello richiedono un allenamento alla camminata. Non adatto a bambini.

Per valutare la propria preparazione fisica ed il livello di difficoltà si rimanda alla sezione Livelli di difficoltà

COSA PORTARE PER L'ATTIVITà ESCURSIONISTICA

Obbligatorio: scarpe da trekking, pranzo al sacco, acqua (almeno 2 litri). Chi sarà sprovvisto delle calzature adeguate non potrà essere ammesso all'escursione.

Consigliato:  bastoncini da trekking, abbigliamento a strati, giacca anti-pioggia, macchina fotografica, binocolo.

Cosa portare per il pernotto verrà comunicato al momento dell'iscrizione.

QUOTA

90€ a persona. La quota comprende l’assistenza ed il coordinamento delle attività della guida ambientale abilitata (L.R. 86/2016 e s.m.i), vitto e alloggio, escluso il pranzo al sacco del sabato.

A conferma dell'iscrizione è richiesto il versamento di una caparra di 35€ che verrà trattenuta nel caso in cui la disdetta avvenga a 5 giorni dall'evento.

Le modalità di versamento dell'acconto verrà comunicata al momento dell'iscrizione.

GUIDE

Natascia 377/2743134 & Stefania 333/4910294

 

Per prenotare l'escursione mandare una mail a trekkeggiare@gmail.com 

Le iscrizioni si chiudono lunedì 11 luglio.

 

Maggiori informazioni riguardo al pernotto verranno date al momento dell'iscrizione.

ATTENZIONE: L'evento sarà confermato solo al raggiungimento del numero minimo di 10 iscritti. Il numero massimo di partecipanti e' 20.

Le guide si riservano sin da ora la facoltà di modificare/cancellare l’itinerario in funzione delle condizioni meteo o se la sicurezza del gruppo lo rendesse necessario. .