top of page

ANELLO DI LAMOLE e Monte San Michele

Lamole è un piccolo paese sui contrafforti dei monti del Chianti ad una altezza di circa 578 metri,  suddiviso fra il castello e il borgo con la chiesa di San Donato a Lamole. La posizione è tale che la vista spazia in modo spettacolare fino alle Alpi Apuane in condizioni di visibilità. Nel 2018 ha ottenuto il riconoscimento di paesaggio rurale storico d’Italia. La bellezza e le origini del borgo che domina le colline grevigiane, la storia e la tradizione agricola dei terrazzamenti sono entrati a far parte di un tesoro nazionale di rilievo ambientale e culturale.

I monti del Chianti costituiscono una dorsale montuosa che divide la valle dell'arno da quella della Greve con un paesaggio che assume un aspetto montano a differenza del resto del territorio con quote oscillanti tra gli 893 metri del Monte San Michele e i circa 200 del fondovalle di Greve.

In questa zona sono presenti le sorgenti di diversi fiumi, tra cui: la Pesa, l’Ema, l’Arbia, la Greve, l’Ambra, lo Staggia e l’Ombrone.

Il Castello di Lamole, insieme a quello di Panzano, faceva parte della rete difensiva sul confine tra i territori di Firenze e di Siena, così come per molte altre costruzioni medievali in questa zona. Tra il quattordicesimo e il quindicesimo secolo, il castello di Lamole fu probabilmente uno dei centri militari più importanti del territorio, infatti  i due castelli erano simili in termini di struttura fortificata dal tipico sviluppo architetturale medievale di edifici con torri e dell’entrata principale al castello. Come in altri luoghi analoghi del medesimo periodo storico, anche qui i castelli e le chiese erano separate. Oggi dell’antico castello è rimasto solo l’impianto edilizio rotondeggiante comunque sempre ben visibile. La chiesa di San Michele posta nell’omonimo parco, in passato era sede di un complesso monastico di antica origine, che nel corso del XII secolo venne aggregato alla Congregazione Camaldolese insieme alla vicina Abbazia di Montemuro. Nelle tradizioni legate al culto di San Michele c’era quella delle processioni che partivano dai paesi vicini del Chianti e del Valdarno per confluire nella piccola struttura religiosa. Oggi tutta l’area è Parco ed è stata dichiarata zona Sito di Interesse Comunitario (SIC).

QUANDO

Domenica 11 febbraio 2024

RITROVO 

Primo ritrovo: ore 08:00 Firenze

Secondo ritrovo: ore 09:00 greve in chianti

Maggiori informazioni sul luogo preciso di ritrovo verranno fornite al momento della prenotazione. Chi avesse particolari necessità e non fosse automunito  è pregato di contattare direttamente una delle guide.

LUNGHEZZA, DURATA & DIFFICOLTà 

11 km e dislivello di ca. 350 mt.

6 ore, soste incluse
difficoltà: E (Escursionistica). L'escursione non presenta particolari difficoltà tecniche ma è comunque richiesto un allenamento alla camminata.  Per maggiori info sui livelli di difficoltà escursionistica si veda la sezione dedicata cliccando qui .

COSA PORTARE 

 Obbligatorio: scarpe da trekking, pranzo al sacco, acqua (almeno 1,5 litri - Lungo il percorso non ci sono punti per il rifornimento di acqua potabile).Chi sarà sprovvisto di adeguate calzature non potrà partecipare all'escursione.

Per coloro che lo desiderano è possibile procurarsi il pranzo presso il Bar/Ristorante di Villa San Michele, che si trova lungo il percorso.

CONSIGLIATO: cappello, bastoncini da trekking, abbigliamento a strati, giacca anti-pioggia, macchina fotografica, CREMA SOLARE

QUOTA

15€ adulti, bambini sotto i 12 anni gratis. La quota comprende esclusivamente l’assistenza ed il coordinamento delle guide ambientali abilitate (L.R. 86/2016 e s.m.i.).

GUIDA 

Natascia 377/2743134

ALTRE INFO 

I cani in questa escursione sono ben accetti ma vanno tenuti al guinzaglio per tutta la durata dell'escursione. 

Per prenotare l'escursione mandare una mail a trekkeggiare@gmail.com oppure contattare direttamente una delle guide. ATTENZIONE: La guide si riserva sin d’ora la facoltà di modificare l’itinerario in funzione delle condizioni meteo o se la sicurezza del gruppo lo rendesse necessario.

bottom of page